2

Come ridurre la pressione grazie alle potenti proprietà delle foglie di olivo e ritrovare il benessere cardiovascolare

foglie di olivo per pressione alta

L’ipertensione arteriosa, cioè la pressione alta, è un fattore di rischio (e non una patologia) piuttosto comune, visto che interessa più del 30% degli adulti nel mondo.

Più comune dopo i 50 anni e nelle donne dopo la menopausa, rappresenta un valore da monitorare, dato che potrebbe rivelarsi la spia di un aumentato rischio cardiovascolare.

Fortunatamente, al giorno d’oggi, esistono molte soluzioni.

Oltre alle terapie farmacologiche, efficaci ma non esenti da effetti collaterali, ricoprono un ruolo sempre più importante accorgimenti legati allo stile di vita della persona.

Inoltre, sono ormai noti da anni alla scienza diversi rimedi naturali efficaci in caso di pressione alta, tra cui sicuramente spiccano gli integratori a base di foglie di olivo.

Come è possibile quindi prevenire l’ipertensione e, laddove questo non fosse possibile, prendercene cura in modo assolutamente naturale? Lo scopriamo in questo articolo.

Prenditi quindi 5 minuti e… iniziamo!

Confezione dell'infuso di foglie d'olivo "Verdepuro BIO"

Scopri subito Verdepuro BIO

L'infuso di foglie di olivo al 100% biologico

Quali sono le cause della pressione alta?

Quando la quantità di sangue immessa nelle arterie dal cuore è eccessiva e le arterie fanno fatica a resistere a questo afflusso pressorio, si determina l’ipertensione arteriosa.

Questa condizione, se protratta nel tempo e non controllata, può predisporre a serie patologie cardiovascolari, come infarto del miocardio, ictus cerebrale e angina pectoris.

Occorre perciò controllarla, innanzitutto con una visita dal proprio medico curante, e poi misurando la pressione (sia massima che minima) costantemente, anche ogni giorno.

Tra le cause che determinano l’ipertensione arteriosa, nella maggior parte dei casi ci sono fattori ereditari e i cambiamenti che il corpo subisce con l’avanzare dell’età, oltre al venir meno della funzione protettiva da parte degli ormoni estrogeni nelle donne.

In casi più sparuti invece (meno del 10%), la pressione alta è la conseguenza di un’altra patologia (come ad esempio il diabete) o dell’utilizzo di sostanze ipertensive (liquirizia, droghe come anfetamine e cocaina, spray nasali e principi attivi come il cortisone).

In genere, l’ipertensione viene curata con dei farmaci specifici.

Ciò non significa però che la pressione alta non possa essere abbassata in maniera naturale. Esistono anzi diversi rimedi naturali che nulla hanno a che fare con la farmacologia ma che si rivelano ugualmente validi nell’abbassare la pressione arteriosa.

La prima cosa da fare, quindi, è quella di insistere sulla prevenzione del problema e sul controllo della pressione arteriosa basato sull’adozione di uno stile di vita più salutare, costituito prima di tutto da una giusta alimentazione e un’adeguata attività fisica.

Oltre a questo, rimedi naturali come le foglie di olivo possono costituire un aiuto.

Benefici delle foglie di olivo sulla pressione

Le foglie di olivo sono un rimedio noto sin dall’antichità.

Tra i vari effetti sulla nostra salute, il più importante è senza dubbio quello sulla pressione. Secondo alcuni studi, l’efficacia delle foglie di olivo sull’ipertensione sarebbe tale da essere paragonabile a quella di alcuni farmaci comunemente utilizzati.

Vediamo quindi, più nel dettaglio, come agiscono sulla pressione arteriosa.

Riducono la pressione del sangue

Come documentato scientificamente dal Ministero della Salute, assumere abitualmente un integratore a base di foglie di olivo contribuisce a un’azione ipotensiva sul sangue.

Questi benefici sono esercitati dagli estratti acquosi della pianta, che si comporta come vasodilatatrice sulle arterie, equilibrando al contempo i valori minimi e massimi.

Allo stesso tempo, l’estratto acquoso di foglie di olivo non altera i processi metabolici del sodio e del potassio, ma riduce le quantità di rame nel fegato, minerale quest’ultimo responsabile degli aumenti pressori quando viene immagazzinato in eccesso.

Migliorano la circolazione

Le foglie di olivo costituiscono uno dei rimedi migliori contro l’ipertensione arteriosa prevalentemente grazie a una sostanza caratteristica della pianta d’olivo, l’oleuropeina.

Questa viene facilmente assorbita dall’organismo e agisce in maniera immediata.

L’abbassamento di pressione in seguito all’assunzione di un infuso di foglie di olivo è importante, tanto che l’assunzione di questa sostanza richiede una certa cautela.

Migliorano il metabolismo dei grassi

Un altro fatto che è stato approvato dalla comunità scientifica, dopo ricerche che hanno restituito evidenza in tal senso, è il miglioramento che l’utilizzo costante di foglie di olivo sotto forma di infuso produce sul metabolismo dei grassi (trigliceridi e colesterolo).

Secondo alcune ricerche universitarie italiane (Capasso – Grandolini, 1996) “l’effetto è dovuto alla presenza nelle foglie di acidi grassi polinsaturi, in particolare di acido linoleico”.

Anche questa caratteristica è stata approvata dal Ministero della Salute.

Altri benefici delle foglie di olivo sulla salute

Le foglie di olivo possiedono tanti altri benefici sulla salute. Ne ricordiamo solo alcuni.

È noto, ad esempio, il loro effetto rilassante sui muscoli, che ne fa un ottimo rimedio contro l’asma bronchiale, visto che si comporta anche come broncodilatatore.

Le sostanze attive contenute nelle foglie di olivo sono inoltre ottime come rimedio antinvecchiamento, anche per la pelle, visto che contengono dei potenti antiossidanti.

Possiedono poi azione astringente e antinfiammatoria, che ne fanno un rimedio perfetto per curare tagli e ferite, e capacità antipiretiche, utili contro la febbre.

Vediamo quindi in quali casi possono essere assunte.

Confezione dell'infuso di foglie d'olivo "Verdepuro BIO"

Scopri subito Verdepuro BIO

L'infuso di foglie di olivo al 100% biologico

Controindicazioni ed effetti collaterali

Per quanto riguarda questo aspetto, l’infuso di foglie di olivo si dimostra generalmente sicuro, eccezion fatta per quelle persone che presentano allergie ai derivati dell’olivo.

Gli studi empirici su coloro che lo assumono costantemente hanno dato sempre risultati positivi, a fronte di effetti collaterali legati all’utilizzo praticamente nulli.

Sulle controindicazioni va però precisato che se si soffre di bassa coagulazione del sangue oppure se si stanno assumendo dei farmaci anticoagulanti, l’utilizzo dell’infuso va sempre concordato con il medico, che saprà accertarne l’indicazione terapeutica.

Il medico di base o lo specialista di riferimento vanno comunque sempre sentiti prima di assumere qualsiasi integratore, anche se naturale, se si soffre di patologie importanti.

Da sottolineare comunque che durante i primi giorni di utilizzo dell’infuso di foglie di olivo potrebbe presentarsi un effetto collaterale: la reazione di Jarish-Herxheimer.

Documentata per la prima volta più di cento anni fa, essa è determinata da alcuni sintomi, come dolori muscolari, forti mal di testa, occasionalmente febbre con brividi.

In realtà si tratta di effetti del tutto transitori, dovuti all’espulsione delle tossine dal sangue. La regressione e la scomparsa dei sintomi si hanno di solito dopo 24 ore.

In caso di persistenza dei sintomi è necessario sospendere la cura con l’infuso di foglie di olivo e chiedere consiglio al proprio medico che saprà indicare le soluzioni migliori.

Vediamo quindi come assumere questo dono della natura.

Come assumerle e dosi consigliate

Le foglie di olivo possono essere assunte in diverse forme e modalità. In commercio si possono infatti trovare compresse, polveri, capsule e tisane a base di foglie di olivo.

La migliore modalità è però quella sotto forma di infuso, dal momento che quest’ultimo contiene le sostanze attive tipiche di questo rimedio in percentuali più concentrate.

La dose consigliata è di 70 ml al giorno, da assumere a digiuno al mattino. I risultati sulla pressione arteriosa si noteranno già dopo le prime settimane di utilizzo dell’infuso.

In giro, soprattutto sul web, ci sono tante ricette per preparare l’infuso a casa. Il nostro consiglio è di non affidarsi al fai da te, in quanto sbagliare le dosi significherebbe rischiare di far abbassare troppo la pressione (con anche rischio di svenimento).

Meglio dunque affidarsi a preparazioni già pronte e più sicure.

Dove acquistare l’infuso di foglie di olivo

Se sei interessato a questo integratore, a questo punto hai due possibilità.

  • Se vuoi saperne di più sull’infuso di foglie di olivo Verdepuro BIO, t’invitiamo a consultare con attenzione la pagina di presentazione del prodotto;
  • Se invece hai ancora qualche dubbio sull’infuso di foglie di olivo, t’invitiamo a lasciare la tua domanda qui sotto per ricevere quanto prima una risposta.

Fai le tue valutazioni e non esitare… la tua pressione ne beneficerà!

Clicca qui per lasciare un commento... 2 commenti
anna - 14 Novembre 2020

Spett.le Ditta , Prendo ogni mattina la pastiglia per la pressione LOZID , purtroppo NON mi funziona , e ne ho già cambiate tante. Ho spesso la massima e minima alti ( 103 / 190 ) e anche più . specialmente se sto molto al computer , oppure per ragioni che non so sono piuttosto tesa . Una mia amica con lo stesso problema mi ha consigliato OLIVOTERAPIA .
Ho già acquistato una Olea Europea Gemmoderivato , ancora non l’ho provato , poi leggendo su internet ho visto , il Vostro Sito , e sono a chiedere se , invece di prendere 2 volte pastiglie chimiche cioè Lozid + un’altro il pomeriggio , potrei abbinare Olivo bio , oppure ditemi Voi .
Grazie Cordiali saluti anna

Reply
    Olivoterapia - 15 Novembre 2020

    Buongiorno,

    le confermo che l’infuso di foglie di olivo Verdepuro BIO è efficace per il controllo della pressione e che non presenta particolari effetti collaterali.

    L’opportunità se abbinarlo o sostituirlo alla terapia farmacologica che sta assumendo, però, è materia che spetta ovviamente al medico che la sta seguendo.

    Un saluto,

    Francesco Cavaliere
    Fondatore di olivoterapia.it

    Reply

Scrivi il tuo commento: