Dalle foglie di olivo una speranza per chi soffre di sclerosi multipla: uno studio ne attesta le alte potenzialità terapeutiche

foglie di olivo per sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una delle principali malattie neurologiche nei giovani adulti.

La causa precisa della sclerosi multipla è purtroppo ad oggi sconosciuta, ma una delle teorie più accreditate e su cui si sta concentrando la ricerca è che la malattia potrebbe essere innescata dall’esposizione a un’infezione virale o da influenze ambientali.

La malattia ha un’evoluzione diversa a seconda della persona che colpisce.

Vista l’invasività del problema e vista la mancanza di terapie risolutive sono molte le energie impiegate nella ricerca di nuove terapie che possano aiutare i malati.

Uno dei fronti più interessanti è dato dalla ricerca sulle foglie di olivo.

Le proprietà delle foglie di olivo sono numerose e ben documentate dalla ricerca, e alcune loro molecole potrebbero essere un aiuto anche per la sclerosi multipla.

Presta molta attenzione quindi e… iniziamo!

Sclerosi multipla: lo stato della ricerca

La sclerosi multipla è una malattia che colpisce il cervello, il midollo spinale e i nervi ottici. Può causare problemi alla vista, all’equilibrio, al controllo muscolare e ad altre funzionalità dell’organismo, rendendo dunque la malattia spesso molto invalidante.

Gli effetti della malattia possono tuttavia essere molto diversi. Alcuni individui hanno sintomi lievi e non hanno bisogno di cure, altri invece lamentano numerose difficoltà anche solo per quanto riguarda il semplice svolgimento delle attività quotidiane.

La sclerosi multipla si verifica quando il sistema immunitario attacca un materiale chiamato mielina, che avvolge le fibre nervose per proteggerle. Senza questo guscio esterno i nervi si danneggiano, dando origine ai sintomi tipici della malattia.

Tra questi vi sono difficoltà di movimento, stanchezza cronica, debolezza muscolare o spasmi, visione offuscata o doppia, cattivo controllo della vescica o dell’intestino, dolori diffusi e depressione. La gravità dei sintomi dipende da persona a persona.

I primi sintomi spesso iniziano tra i 20 e i 40 anni di età e la maggior parte delle persone affette da sclerosi multipla presenta recidive, ovvero periodi in cui i sintomi si aggravano.

Fortunatamente, negli ultimi anni, gli scienziati hanno scoperto molti nuovi trattamenti che spesso possono aiutare a prevenire le ricadute e rallentare gli effetti della malattia.

Ad esempio, alcuni studi suggeriscono che la vitamina D, una sostanza fondamentale che può essere naturalmente assimilata dall’organismo in seguito all’esposizione ai raggi solari, può rafforzare il sistema immunitario e proteggere dalla sclerosi multipla.

Lo studio del British Journal of Pharmacology

La sclerosi multipla e il suo corrispondente animale, l’encefalomielite autoimmune sperimentale (EAE), sono malattie che si sviluppano a seguito di risposte immunitarie deregolamentate che causano la distruzione dei tessuti del sistema nervoso centrale.

Secondo quanto riportato dall’autorevole British Journal of Pharmacology, l’acido oleanolico e l’eritrodiolo contenuti nelle foglie della pianta di olivo sono triterpeni naturali che mostrano forti attività antinfiammatorie e immunomodulanti.

È stato accertato, sempre secondo lo studio riportato dal British Journal of Pharmacology, che l’acido oleanolico è in grado di influenzare positivamente il decorso dell’EAE nei roditori. L’attività di queste molecole sugli umani è ancora in fase di studio.

Le foglie di olivo curano la sclerosi multipla?

L’acido oleanolico e l’eritrodiolo sono due triterpeni naturali presenti in molte verdure, tra cui le foglie e i frutti di Olea europea (il comune olivo). È stato riconosciuto dai ricercatori che hanno proprietà epatoprotettive, antinfiammatorie e antiiperlipidemiche.

Non è un caso quindi se proprio l’acido oleanolico è stato recentemente promosso in Cina come farmaco ad assunzione orale per il trattamento di disturbi del fegato.

Esistono inoltre molti dati relativi all’uso tradizionale di estratti di foglie dell’olivo nei paesi del Mediterraneo africano ed europeo, dove questa pianta viene utilizzata da secoli nella medicina popolare come diuretico, ipotensivo, ipoglicemizzante, emolliente, antivirale e antibatterico, febbrifugo e tonico, per le infezioni urinarie e della vescica, per il mal di testa , nonché come terapia naturale contro il dolore di origine infiammatoria.

Di recente, numerosi derivati del triterpenoide di oleanano sintetico sono stati sintetizzati in laboratorio per studi riguardanti il trattamento delle malattie renali croniche e per il trattamento immunoterapico di alcune forme di neoplasie.

Negli ultimi anni sono state segnalate inoltre una varietà di nuove proprietà farmacologiche dei triterpenoidi che si trovano nelle foglie della pianta di olivo, quali effetti benefici sul sistema cardiovascolare, attività antiproliferative sulle cellule tumorali, effetti sull’equilibrio intracellulare ed effetti immunomodulatori.

Il dato più interessante, però, è quello tratto sempre dal British Journal of Pharmacology che dimostra come l’acido oleanolico presente nelle olive abbia un effetto terapeutico su un modello sperimentale di sclerosi multipla; è stato appurato, infatti, che la somministrazione di acido oleanolico nei topi è in grado di ridurre importanti biomarcatori legati alla malattia EAE (la corrispondente animale della sclerosi multipla).

Ovviamente è ancora presto per trarre conclusioni, ma i primi risultati incoraggianti di questo studio verranno sicuramente seguiti da altri studi scientifici più approfonditi.

Altri benefici delle foglie di olivo sulla salute

L’estratto di foglie di olivo proviene dalle foglie dell’omonima pianta e contiene un ingrediente attivo chiamato acido oleanolico. Si ritiene che questo nutriente abbia numerose e valide proprietà oltre a quelle anti-infiammatorie e antiossidanti.

Basti pensare alla famosa dieta mediterranea. Questo particolare regime alimentare, dove l’olio extravergine di oliva la fa da padrone, è infatti stato collegato ad una diminuzione delle malattie croniche e in particolare di quelle cardiovascolari.

Molti ricercatori ritengono infatti che l’estratto di foglie di olivo possa avere effetti positivi sull’aterosclerosi o sul restringimento delle arterie, che sono i fattori di rischio più elevati per le malattie cardiache, e sulla pressione sistolica e diastolica.

Oltre a questo, le foglie di olivo hanno altre importanti azioni note: antiossidante e antitumorale, antimicrobica e antivirale, antinfiammatoria e ipoglicemizzante.

Per questo motivo le foglie di olivo vengono tutt’ora impiegate per prevenire numerose malattie e come coadiuvante per la cura di alcune delle patologie più comuni.

Come assumerle e dosi consigliate

È consigliabile assumere le foglie di olivo in forma di integratore. Queste formulazioni consentono infatti di assumere le sostanze benefiche delle foglie in modo più preciso.

Per coloro che decidono di affidarsi all’infuso di foglie di olivo, la formulazione migliore, è utile attenersi alla dose consigliata di 70 ml di infuso al mattino, prima di colazione.

Per quanto riguarda l’assunzione in forma di estratto, la dose giornaliera raccomandata è tra i 500 e 1.000 milligrammi da assumere anche in momenti diversi durante le 24 ore.

Bestseller No. 1
MyVitaly® Verdepuro BIO - Estratto di foglie di olivo biologico CONCENTRATO - Controllo del colesterolo, Immunostimolante, Antiossidante
  • Estratto liquido Biologico di foglie di olivo e calendula. La foglia di olivo è ricca di polifenoli, in particolare di Oleuropeina, Rutina e Tirosolo, potenti antiossidanti naturali. Questo integratore Bio stimola il sistema immunitario e protegge l'organismo da virus e batteri. E' altamente concentrato: 100ml di prodotto contengono 419 mg di Oleuropeina
  • Verdepuro BIO non contiene fruttosio ed è adatto ai diabetici. La foglia di olivo aiuta a mantenere un sano livello di zuccheri nel sangue e livelli di colesterolo nella media. Migliora le attività metaboliche dell'organismo, in particolare del cuore regolando la pressione sanguigna.
  • L'integratore alimentare Verdepuro Bio ha un'azione drenante e depurante. Inoltre favorisce il metabolismo di lipidi e carboidrati mantenendo un peso corporeo salutare
Bestseller No. 2
Olivo Foglie Infuso Biologico - Bio 100g
  • Foglie di olivo di alta qualità, dal caratteristico sapore leggermente amaro, perfette da unire a qualcosa di dolce.
  • Le foglie di olivo sono un rimedio erboristico tradizionalmente utilizzato nell'area mediterranea per mantenere livelli ottimali di benessere e vitalità.
  • Questo prodotto proviene da un'azienda agricola Biologicologica greca che utilizza ancora antichi metodi tradizionali.
Bestseller No. 3
MyVitaly® Verdepuro Vita - Estratto Foglie D'olivo e Calendula Liquido - Immunostimolante - Integratore Alimentare - 1x1000ml (1)
  • Puro estratto liquido di foglie di olivo arricchito dalle proprietà antinfiammatorie della calendula. La foglie di olivo è ricca di polifenoli, in particolare di Oleuropeina, un potente antiossidante naturale che constrasta l’invecchiamento cellulare e protegge i tessuti. L'azione antiossidante dell'olivo è quasi 3 volte quella della Vitamina C e del tè verde. Verdepuro Vita è altamente concentrato: ogni 100ml contengono 350 mg di Oleuropeina.
  • Questo integratore alimentare migliora la circolazione sanguigna, regolarizza la pressione arteriosa e aiuta a controllare i livelli di colesterolo nel sangue.
  • Verdepuro Vita aiuta ad aumentare le difese immunitarie ed ha una forte azione drenante e depurante su fegato e reni. Riduce l'affaticamento fisico e mentale e apporta vitalità ed energia.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Sebbene l’estratto di foglie di olivo sia un prodotto assolutamente naturale per il quale non esistono controindicazioni determinate, è possibile che l’organismo, in seguito all’assunzione dell’estratto, possa produrre la cosiddetta reazione di Herxheimer.

Quella di Jarisch-Herxheimer è una reazione di disintossicazione a breve termine (da alcuni giorni a poche settimane) che avviene nell’organismo. Poiché il corpo si disintossica, non è raro sperimentare sintomi simil-influenzali tra cui mal di testa, dolori articolari e muscolari, mal di gola, malessere generale, sudorazione, brividi e nausea.

Si tratta di una reazione normale – e persino salutare – che indica che parassiti, funghi, virus, batteri o altri agenti patogeni vengono effettivamente eliminati dal corpo.

Il problema più grande con la reazione di Herxheimer è che le persone, preoccupate degli effetti, smettono di assumere il supplemento o il farmaco che sta causando la reazione, interrompendo di fatto un trattamento che sta contribuendo a migliorare la loro salute.

La cosa importante da notare è che il temporaneo peggioramento dei sintomi non indica un fallimento del trattamento in questione ma, anzi, ne potrebbe evidenziare l’efficacia.

Clicca qui per lasciare un commento... 0 commenti

Scrivi il tuo commento: